World Press Photo Napoli 2010 ospitato al PAN a cura di Neapolis.Art
622
post-template-default,single,single-post,postid-622,single-format-standard,bridge-core-1.0.7,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-18.2.1,qode-theme-neapolis,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive
 

World Press Photo Napoli 2010

copertina-world-press-photo-napoli-2010

World Press Photo Napoli 2010

Edizione 2010 del World Press Photo a Napoli

Nel 2010, grazie all’associazione culturale Neapolis.Art, il World Press Photo Exhibition è arrivato a Napoli per la prima volta nel suo rituale giro del mondo.

Ospitato al PAN | Palazzo delle Arti Napoli dal 24 settembre al 14 ottobre 2010, il World Press Photo Napoli è stata un’occasione unica per la città di godere della più significativa produzione internazionale del fotogiornalismo, attraverso immagini a volte intollerabili, rubate da occhi che hanno visto oltre quel limite di un confine fatto di confuse verità.

Vincitore del World Press Photo dell’anno fu Pietro Masturzo, fotografo napoletano, con ‘Dai Tetti di Teheran’. Una coincidenza propizia per l’obiettivo di Neapolis.Art di sradicare il luogo comune che vorrebbe Napoli fuori dai circuiti culturali europei ed internazionali.

‘Dai Tetti di Teheran’ – World Press Photo dell’anno 2009

Protagonisti dell’attualità, Pietro Masturzo, Italia – Primo premio Reportage

Il 24 giugno alcune donne urlano il loro dissenso dal tetto di un edificio di Teheran a seguito delle contestate elezioni presidenziali in Iran. Il risultato dello scrutinio del 12 giugno ha decretato la vittoria schiacciante del presidente Mahmoud Ahmadinejad sul candidato dell’opposizione Mir Hossein Mousavi, ma è stato accompagnato da accuse di brogli elettorali. Nelle settimane seguenti le strade della città sono state teatro di violente manifestazioni. Di sera, poi, la gente continuava a protestare dalle finestre, dai balconi e dai tetti e queste grida riecheggiavano le proteste notturne che nessuno aveva più udito dal 1979, durante la Rivoluzione Islamica che portò alla deposizione dello scià.

vincitore-worldpressphoto-2010-pietro-masturzo

Durante le tre settimane di esposizione, Neapolis.Art ha accolto una rosa di fotoreporter premiati che, in collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti, hanno tenuto una serie di incontri/studio partecipando a talk e videoproiezioni in programma:

  • Joe Petersburger, Primo Premio Natura, Singole – National Geographic, ha tenuto un incontro con giornalisti e pubblico nell’ambito della rassegna fotografica ed il Workshop ‘about nature’
  • Ottavio Lucarelli (Presidente Ordine Giornalisti Campania) ha curato il Talk ‘Professione Fotoreporter’. Luciano D’Alessandro (fotografo) e i fotoreporter napoletani si incontrano nel salotto del World Press Photo Exhibition Napoli – Pan | Palazzo Arti Napoli

Il World Press Photo Napoli 2010 è stato patrocinato da: l’Ambasciata dei Paesi Bassi, gli Istituti di Cultura Goethe Institut e British Council, l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale, l’Università degli Studi di Napoli Parthenope.

Vista la natura dell’evento, eticamente così vicina alla mission giornalistica, l’Ordine dei Giornalisti della Campania, ha sostenuto con forte entusiasmo l’evento abbracciandone il fine, in rappresentanza di tutta carta stampata.

Media Partner RADIO KISS KISS NAPOLI

Sponsor ufficiali CARPISA – AT&ACME

Guarda la galleria fotografica del World Press Photo Napoli 2010