La mostra fotografica nata dagli scatti del progetto educativo Scatta la Notizia 2016 - Neapolis.art
1277
post-template-default,single,single-post,postid-1277,single-format-standard,bridge-core-1.0.5,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-18.1,qode-theme-neapolis,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.2,vc_responsive
 

Scatta la Notizia – la mostra

Scatta la Notizia – la mostra

“SCATTA LA NOTIZIA” – La mostra fotografica

Il 4 febbraio 2017 il fotoreporter Tony Gentile, autore di quella foto divenuta icona della rinascita della Sicilia contro la mafia, ha partecipato all’inaugurazione della Mostra a cui hanno dato vita gli scatti dei giovani fotoreporter del progetto “Scatta la Notizia”.

I 17 studenti del quartiere della periferia orientale di Napoli, hanno potuto scoprire il mondo della comunicazione visiva al fianco di un insegnante d’eccezione come Pietro Masturzo, vincitore del prestigioso premio World Press Photo of the Year nel 2010.

La mostra collettiva “Scatta la Notizia” dei ragazzi dell’Istituto Superiore di Napoli, intitolato al giovane giudice ucciso dalla mafia, Rosario Livatino, è il risultato finale di un programma di Responsabilità Sociale sul fotogiornalismo, organizzato da Neapolis.Art e Photolux e realizzato grazie al supporto di Canon.

Scorci di vita ordinaria, che spesso passano inosservati: il mercato, un murales, un campetto di calcio, i pescatori. Le foto di Alessio, Ciro, Emanuele, Davide, Eduardo, Francesca, Giorgia, Giusy, Ivan, Luca, Mariarosaria, Martina, Mattia, Michele, Rosalba, Sabrina e Sabatino trasmettono una storia che interpreta la realtà che li circonda con le sue contraddizioni e i suoi vizi.

L’istituto superiore nel quartiere San Giovanni a Teduccio di Napoli, ha dato spazio alla voglia di raccontare per insegnare a usare la macchina fotografica e scoprire il linguaggio universale delle immagini. Un’opportunità per far conoscere il mondo dell’informazione sia come forma di espressione, che come possibile sbocco professionale per il futuro.

Gli scatti fotografici degli studenti saranno ospitati presso strutture museali comunali della Città di Napoli e, attraverso un itinerario, in altre scuole dell’area Vesuviana, con l’obiettivo di condividere l’esperienza e indurre altri giovani alla sperimentazione della narrazione per immagini.

Un racconto che non necessita di doti linguistiche o grammaticali, ma che può essere guidato dalla curiosità e dalla voglia di esplorare.

Successivamente il tour porterà la mostra prima ad Ascoli Piceno, in un gesto di solidarietà dei ragazzi di San Giovanni a Teduccio verso quelli delle zone terremotate, poi a novembre a Lucca tra le esposizioni di Photolux Festival, Biennale Internazionale di Fotografia.

Ecco la galleria fotografica della mostra “Scatta la Notizia”

Le parole dell’ospite d’eccezione

Attraverso questo interessantissimo progetto gli studenti dell’istituto Rosario Livatino si sono cimentati in due delle cose che più mi stanno a cuore: l’impegno civile e la fotografia.

Grazie all’aiuto di Pietro Masturzo hanno sicuramente appreso le tecniche per realizzare buone foto e per indagare, scoprire e comunicare attraverso l’obiettivo di una fotocamera ma quello che è ho percepito maggiormente, attraverso le immagini realizzate, sono i loro sentimenti. L’amore e anche l’odio per un quartiere, per una periferia che, come tutte le periferie del mondo, li costringe ad un’emarginazione coatta. Emarginati soprattutto da chi da sempre, attraverso scelte urbanistiche e politiche scelerate, li vincola in luoghi tristi senza servizi, senza verde senza luoghi naturali di aggregazione. Alcune di queste fotografie parlano proprio di questo, dell’amore e dell’odio che questi giovani sentono per il luogo in cui sono nati e in cui vivono e dal quale forse un giorno sperano di fuggire.

Dall’amore scaturisce l’odio e l’odio genera rabbia e la rabbia di questi giovani deve essere trasformata in energia positiva. Questo progetto credo che abbia realizzato anche questo, incanalare l’energia fresca, bella e creativa di questi studenti in un desiderio di raccontarsi per quello che veramente sono e non per come sono spesso descritti da superficiali racconti televisivi. Un desiderio di ribaltare la posizione geografica del loro quartiere, non più periferia tra le periferie, non più Bronx ma centro del loro mondo, centro delle loro speranze, dei loro sogni che mi auguro sappiano realizzare, forse anche con l’aiuto della fotografia.”

Tony Gentile – fotoreporter

I nostri partner nel progetto Scatta la Notizia

logo-canon-neapolisart
logo-photolux-neapolisart